Giovedì, 05 Dicembre 2019 | Login
Documento unitario WINDTRE - Il futuro dei lavoratori

Documento unitario WINDTRE - Il futuro dei lavoratori Featured

DOCUMENTO UNITARIO WIND TRE Nella giornata del 28 novembre si è riunito a Roma il coordinamento Nazionale delle RSU di Wind Tre, unitamente alle Segreterie Nazionali e territoriali delle scriventi OO.SS. La delegazione ha espresso forte preoccupazione per la situazione aziendale che si sta determinando. Uno stato di incertezza e il mancato confronto alimentano forti timori per il futuro lavorativo delle lavoratrici e dei lavoratori di Wind Tre. Da tempo abbiamo chiesto un incontro che chiarisca finalmente le intenzioni aziendali rispetto al piano industriale, alla garanzia sul perimetro, al futuro dell’azienda. Questo silenzio aziendale sta peggiorando il clima tra i lavoratori e la mancata attuazione di tanti progetti enunciati e mai concretizzati alimenta sconforto per il proprio futuro professionale e lavorativo. Ribadiamo il nostro totale dissenso al progetto di esternalizzare i data center, operazione non lungimirante e segnale esclusivamente del bisogno di fare cassa. Aumentano inoltre le problematiche operative in ambito technology e permane la sensazione di nebulosità in tutti gli ambiti aziendali. Rivendichiamo con urgenza un confronto che sia chiaro, serio e che ponga al centro della discussione la tutela dei posti di lavoro, l’insourcing delle attività, la crescita professionale ovvero il futuro dell’azienda. Siamo inoltre ancora in attesa di poter discutere anche il contratto di secondo livello. Siamo consapevoli che la digitalizzazione del settore può comportare importanti cambiamenti e, come OO.SS., abbiamo dichiarato più volte di essere disponibili ad affrontarli con serietà. Ma non è più accettabile che l’azienda si nasconda dietro i cambiamenti per lasciare le lavoratrici e i lavoratori nel dubbio, con una linea aziendale ormai senza nessuna strategia. Il Coordinamento Unitario delle RSU di Wind Tre dà mandato alle OO.SS. Nazionali, qualora l’azienda non venga al tavolo in tempi rapidi, ad aprire lo stato di agitazione e a costruire, anche attraverso un percorso di assemblee, la necessaria mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori. Roma, 28 novembre 2019 Le Segreterie Nazionali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL

Read 12 times
Rate this item
(0 votes)

About Author

Login to post comments

Associazione giovani CISL

 

NoiCisl

Cisl Nazionale

Cisl Nazionale

Delega per associarsi

Informativa privacy

UniSalute

Fistel Cisl Nazionale